Chi sono/siamo

Gabriele Maestri (Guastalla, 1983), laureato in Giurisprudenza, è giornalista pubblicista e collabora a varie testate occupandosi di cronaca, politica e musica. 
Dottore di ricerca in Teoria dello Stato e Istituzioni politiche comparate presso l’Università di Roma «La Sapienza», già assegnista di ricerca presso il dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Roma Tre; attualmente è di nuovo dottorando in Studi di genere presso lo stesso dipartimento dell'Università di Roma Tre e collabora con la cattedra di Diritto costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Parma. 
Si occupa di diritto della radiotelevisione (materia oggetto della tesi di laurea e della tesi di dottorato), educazione alla cittadinanza, biodiritto, diritto dell'immigrazione e dell'integrazione, diritto elettorale e dei partiti, occupandosi in particolare dei loro emblemi: anche per questo, ha fondato e cura l'Osservatorio sui simboli politici della rivista Federalismi.it e collabora al corso di Diritto dei partiti italiano e comparato - il primo del genere in Italia - all'Università di Roma Tre - Scienze politiche. 
Ha scritto i libri I simboli della discordia. Normativa e decisioni sui contrassegni dei partiti (Giuffrè, 2012), Per un pugno di simboli. Storie e mattane di una democrazia andata a male (Aracne, 2014, con prefazione di Filippo Ceccarelli) e, con Alberto Bertoli, Come un uomo (Infinito edizioni, 2015, prefazione di Andrea Scanzi e postfazione di Beppe Carletti), oltre che una trentina di pubblicazioni scientifiche.




* * *

LA SQUADRA

Seniores: Mauro Bondì, Massimo Bosso, Giancarlo Chiapello, Roman Henry Clarke, Emanuele Colazzo, Roberto D'Angeli, Alfio Di Marco, Arturo Famiglietti, Antonio Folchetti, Calogero Laneri, Livio Ricciardelli (nume tutelare dei #PoliticsAddicted), Denis Scotti.
Juniores (ma molto volenterosi): Martino Abbracciavento, Giuseppe Berto, Niccolò Bertorelle, Fabio Blasigh, Giovanni Cadioli (che però segue da una vita), Roberto Capizzi, Marco Castaldo, Luca Cenatiempo, Marco Chiumarulo, Paolo Dallasta, Tommaso Gentili, Marco Pini, Carlo Prosperi, Egle Riganti, Federico Zuliani.
A loro insaputa (come saccheggiati seriali): Antonio Angeli, Antonio Atte, Francesco Curridori, Pietro De Leo, Donato De Sena, Carlantonio Solimene, Andrea Turco.

1 commento:

  1. guarda ... ho appena 10 anni più di te ... una laurea in Economia a Roma 3 e tantissime idee personali ! Ti auguro tutto il meglio per questo blog e per le tue altre attività ! ... ciao da Pier Filippo

    RispondiElimina