Post in evidenza (clicca sull'immagine)

Ci metti la firma? Idee e proposte per un acceso più equo alle elezioni

lunedì 1 febbraio 2016

Uniti per Aversa, a vela (e a copia) spiegata

Nossignori, non sono sbarcati i pirati né stanno per arrivare, come si sarebbe tentati di dire guardando il simbolo a fianco. L'emblema in questione è stato appena presentato dalla lista civica Uniti per Aversa e si prepara a correre alle prossime elezioni amministrative che si terranno anche nella città casertana in primavera.
Quella raffigurata nel contrassegno, in effetti, è la stilizzazione di una nave vichinga (il drakkar), messa certamente per ricordare la fondazione normanna dell'abitato. Il modello di nave è inconfondibile, con testa di drago a prua; gli scudi colorati a tribordo spezzano l'unico colore blu che tinge l'imbarcazione con remo, la vela quadra e - come era lecito aspettarsi - le onde del mare. Altro elemento cromatico differente, la circonferenza rossa sul cui tracciato è scritto (nella parte alta) il nome della lista. 
E' stato il coordinatore di Uniti per Aversa, Raffaele Vassallo, a illustrare il significato dell'immagine scelta (il testo è tratto da Campanianotizie.com, ma verosimilmente si tratta di un comunicato stampa): 
Il simbolo adottato sottolinea come il nostro territorio debba andare avanti con il vento in poppa, a vele spigate, per riprendersi i fasti di un tempo, fiera delle sue origini e dei suoi tesori.
Tutto spiegato (poco, ma spiegato), dunque tutto bene? Insomma. Non tanto per il simbolo, in realtà, ma per quello che viene subito dopo. Perché il testo che segue la minispiegazione ha qualcosa di strano, come se fosse stata saltata una parola o qualcosa di simile. Al sottoscritto, tuttavia, quel comunicato dava una strana impressione di già visto, di già noto. Ci è voluto un briciolo di memoria per riunire le tessere del puzzle: buona parte del testo, infatti, era già presente nel comunicato con cui la lista civica Borghi & Latina aveva presentato il proprio simbolo pochi giorni fa. Sono stati semplicemente sostituiti i nomi delle città, senza nemmeno badare se il discorso filava o se aveva senso (Aversa, per dire, i borghi non li ha). Controllare per credere.


Nessun commento:

Posta un commento