Post in evidenza (clicca sull'immagine e firma la petizione)

Ci metti la firma? Idee e proposte per un accesso più equo alle elezioni

sabato 19 gennaio 2013

"I cittadini" dopo il restyling

A dire che non voleva creare "l’ennesimo partito o partitino" era stato proprio lui, in un'intervista al sottoscritto. Probabilmente il partito Francesco "Franco" Barbato non l'ha fatto, ma da qualche giorno è stato aperto il sito www.icittadini.net, che altro non è se non lo spazio web di "I Cittadini - Democrazia liquida", il movimento effettivamente creato dal deputato uscente dell'Italia dei valori "che in seguito agli attestati di stima ed affetto della gente comune - si legge nel sito - ha deciso di non candidarsi alle prossime elezioni e lavorare alla realizzazione di un progetto che metta al centro dell’attenzione 'I Cittadini'".
Dunque è nato un nuovo movimento, che piazza nel simbolo il riferimento ai cittadini e anche alla "democrazia liquida", concetto che mette al centro di nuovo i cittadini. Non è un simbolo di partito (lo conferma il fatto che di movimento e non di partito si parla) e infatti nelle bacheche del Viminale proprio non lo si è visto, pur nella bolgia di emblemi che ha finito per affollarle nello scorso fine settimana. Nessun tentativo di proteggere il contrassegno dunque, neanche contro i rischi di qualche eventuale profittatore.
Nel frattempo, peraltro, l'emblema è cambiato: forse davvero anche per Barbato era troppo simile a quello di "Progetto Italia" e ricordava un po' il primo di Alleanza di centro, così il grafico è intervenuto di nuovo. Il tema è lo stesso, a tinte nazionali: la parte inferiore tricolore, che stavolta occupa quasi metà del cerchio, la parte superiore blu, con le diciture scritte in banco e le "i" curiosamente tutte minuscole. La strada, intanto, è stata tracciata: tocca a Barbato mostrarci come continuerà.

Nessun commento:

Posta un commento